venerdì 24 febbraio 2012

Casamondo, racconti interculturali
























28 febbraio 2012, h 21:00

VaPian Art Bar, via Santa Croce 16 (Bologna)

CASAMONDO, presentazione dell’e-book e letture pubbliche
In collaborazione con l'associazione Eks&Tra, il Dipartimento di Filologia classica e Italianistica dell'università di Bologna e la Biblioteca multiculturale “Casa di Khaoula”.

Multiculturalità al VaPian secondo appuntamento della nuova rassegna di Malicuvata coinvolgerà scritture migranti e strumenti di fruizione innovativi.

Molto si sta leggendo e scrivendo di questi tempi sull’adozione prossima futura dell’e-book. Poco si è detto, però, della possibilità che dà il formato elettronico di leggere le cosiddette “scritture emergenti”.

"Casamondo, racconti interculturali" è un esempio valido e affascinante di questa nuova possibilità di emergere, intrapreso da autori italiani e stranieri in lingua italiana, in una prospettiva definitivamente, chiaramente interculturale. È in questa ottica che la casa che si può raccontare non è più solo l’Italia, o un altro Paese, ma il mondo – dimensione più facilmente raggiungibile, peraltro, dall’oggetto elettronico.
Autori dei racconti pubblicati in “Casamondo”: Idriss Amid, Antar Mohamed Marinacola, Stefano Samorì, Rosa Manrique, Serena Destito, Giulia Solignani, Valeria Merante, Valeria Merante, Linda K. Gaarder, Patricia Quezada, Magdalena Maria Kubas, Kyunghee Jung, Laura Vallortigara, Irene Gregis, Emanuela Verna, Khadijatou Ndiaye, Lolita Timofeeva, Gassid Babilonia (Kassad Houseni), Pina Piccolo, Pia di Molfetta, Daniela Karewicz, Natalia Fagioli, Milli Ruggiero.
L’e-book contiene un’antologia dei testi prodotti dai partecipanti al laboratorio di scrittura creativa interculturale che già da qualche anno è promosso dall'associazione Eks&Tra e dal Dipartimento di Filologia classica e Italianistica dell'università di Bologna.
Saranno presenti alcuni autori che leggeranno i loro racconti. A spiegare il progetto, l'associazione Eks&Tra e Michele Righini, responsabile della biblioteca multiculturale “Casa di Khaoula”. Introdurranno Lorenzo Mari di Casa Lettrice Malicuvata e Carlo Schiavo dell'Agenzia letteraria Scritti Erranti.
Eks&Tra indica la provenienza da altri paesi: Eks=ex, e l’arrivo Tra noi.L’& è una congiunzione che assomma in sé le difficoltà e insieme la grande ricchezza dell’incontro. L’associazione Eks&Tra si adopera per la diffusione della conoscenza dell’immigrazione nelle scuole attraverso gli scritti dei migranti e incontri con gli autori.

Da alcuni anni la biblioteca di quartiere “Casa di Khaoula” anima con le proprie iniziative la vita culturale del Navile. Prende il nome da una bambina immigrata che in una lettera al quartiere chiese un posto dove fare i compiti e leggere. Da lì l’idea di una biblioteca che favorisse l’integrazione delle diverse culture.

Ogni anno 200 classi passano per i laboratori di lettura, ci sono corsi di italiano per donne straniere, sale studio, sale lettura e postazioni internet, presentazioni di documentari e di libri.

La rassegna letteraria si terrà ogni martedì alle 21:00, per quattro martedì, al Vapian.

Gli eventi sono curati da Casa Lettrice Malicuvata, un luogo di incontro tra lettore, autore ed editore.

Oltre a curare la rassegna, si occupa di valutare manoscritti inediti (romanzi e racconti) fornendo editing, correzione bozze, impaginazione, progetto grafico e traduzione (da inglese, francese, spagnolo), di recensire per riviste cartacee e portali web volumi di narrativa pubblicati in Italia.

Tutti i libri e le riviste della rassegna sono in vendita nella libreria di Zammu', compresi gli annuari prodotti da Malicuvata.

Nessun commento:

Posta un commento